Ristorazione Collettiva: I Fattori più importanti

Ristorazione Collettiva: I Fattori più importanti

26 Ottobre 2021 Off di editor

Per “Ristorazione collettiva” si intende il servizio di preparazione e consegna di un gran numero di pasti completi per la collettività, quali: mense aziendali, scuole, ospedali, carceri, ecc. Si rivolge a gruppi di persone che necessitano di usufruire di questo genere di servizio, in quanto lontani da casa per motivi diversi. Ogni forma di ristorazione collettiva ha esigenze specifiche, legate alla tipologia e alle esigenze dei clienti che ne devono fruire. Particolare attenzione deve essere posta agli aspetti nutrizionali e igienici, con standard qualitativi costanti che si adattano alle mutevoli e diversificate esigenze degli utenti. Ma come si attua una corretta ristorazione collettiva? Tenendo contro dei fatto qui di seguito.

Materie prime

Le aziende di ristorazione collettiva devono acquistare grandi quantità di ingredienti di base, e di conseguenza devono scegliere diversi fornitori.  Quest’ultimi possono essere grossisti o piccoli produttori attenti al valore del cibo a Km 0.  Ovviamente, nel secondo caso, la materia prima sarà più fresca e genuina.

I menù 

Bisogna tenere conto delle tendenze odierne (vegani, vegetariani), fare attenzione alle persone con intolleranze o allergie alimentari e infine rispettare le culture religiose della società odierna. Per questo motivo si parla di “programmazione menù” per tenere conto di tutti questi fattori. Per le aziende i menù prevedono i piatti classici della cucina tradizionale italiana, preparati con prodotti di stagione, oltre a piatti etnici e internazionali. Per quanto riguarda i menù scolastici, l’alimentazione dei più piccoli è la più importante.

Consegna dei pasti per la ristorazione collettiva

La consegna dei pasti è una questione logistica. Bisogna pensare oltre il tempo necessario per imballare e proteggere i pasti, il traffico e le operazioni per preparare il cibo da servire. Bisogna inoltre essere molto attenti alla delicatezza della merce trasportata e soprattutto alla temperatura di cottura di un alimento che esce dalla cucina e che non può variare molto rispetto al momento in cui verrà servito per il suo consumo.