Quanto guadagna una segretaria virtuale

Quanto guadagna una segretaria virtuale

Tra le professioni legate al mondo del web che stanno avendo successo non possiamo dimenticare la figura della segretaria virtuale. Nata negli anni 90 negli Stati Uniti, la professione di segretaria virtuale è ormai ampliamente diffusa in tutto il mondo anglosassone, in India, nelle Filippine, in molti paesi dell’America Latina, e in Italia si sta timidamente introducendo, come valida alternativa alla segretaria tradizionale, ma non solo.

Il vantaggio in assoluto è di lavorare in modo rilassato, senza distrazioni e quindi migliorando di parecchio la propria produttività.  La segretaria virtuale è una persona che, adeguatamente formata, risponde alle chiamate dei clienti, offre informazioni, si occupa di documenti e pratiche o semplicemente di riorganizzare rubriche telefoniche e indirizzi dei clienti. Per chi lavora online una figura come quella della segretaria virtuale può diventare un valido aiuto, per risolvere i problemi quotidiani che un’attività di lavoro autonomo o una attività di impresa possono comportare.

Il lavoro viene svolto da remoto, offrendo servizi amministrativi e di consulenza a imprenditori e aziende. Per capire quanto guadagna una segretaria virtuale due sono i fattori importanti da tener conto: – la tipologia di servizi e la necessità di essi sul mercato; – le tariffe applicate. Ci sono segretarie virtuali in vari paesi anglofoni che guadagnano anche 10.000 dollari al mese. Le tariffe per servizi di segretaria virtuale si aggirano intorno ai 20 euro all’ora, quindi orientativamente una segretaria, con tre clienti, lavorando complessivamente 3 ore al giorno, può guadagnare 1200 euro a mese.

Più i servizi sono specialistici, più le tariffe aumentano proporzionalmente. Diversamente, nel caso in cui le competenze richieste per servizi specialistici siano maggiori – come il coordinamento di team, la redazione di documenti amministrativi e accordi – si ha ovviamente un aumento della tariffa oraria. Essendo un libero professionista, tutto dipende dalla qualità e dalla quantità dei contatti che riesce ad avere, e dalla complessità dei servizi che propone alla clientela.